Matteo Ruggieri

foto personale.jpg

Bio

Matteo Ruggieri nasce a Gaeta (Lt) il 24 febbraio 1997. Fin da piccolo coltiva la sua naturale inclinazione verso il mondo dell’arte pittorica affinandola con corsi di pittura presso uno studio privato che gli dà la possibilità di sperimentare diverse tecniche. Nel 2017 partecipa, per la prima volta, a una mostra nella sua città. Completati gli studi superiori, si iscrive all’Accademia delle Belle Arti di Bologna, dove prosegue tuttora la sua formazione artistica. Tra il 2018 e il 2019 ha l’occasione di esporre in una delle mostre organizzate dall’Accademia stessa. Sempre nel 2019, partecipa al concorso 9” Margini, a cura di Laura Giovanna Bevione, presso il Comune di Albano Laziale (Nemi) e viene premiato con l’esposizione dell’opera presentata a Castel Gandolfo, al Museo della II Legione Pratica e nella Sala delle armi di Palazzo Ruspoli. 

Paesaggio in Dissolvenza

Paesaggio in dissolvenza 1.png
Paesaggio in dissolvenza 2.png

La natura è sempre stata grande fonte di fascino per l’uomo, attrazione accompagnata, però, da un grande senso di inquietudine. Nella serie “Paesaggio in dissolvenza” ho voluto raffigurare la sensazione di spaesamento del momento attuale: il paesaggio è evanescente quanto avvolgente, così l’aleatorietà dei colori che si posiziona tra concretezza e perdizione.

Le due figure umane, nonostante la loro forte presenza, sono inermi e quasi scompaiono nell’ondeggiare di un’atmosfera mistificata. È la natura che, con le sue leggi, all’improvviso travolge le certezze del quotidiano svelandone la precarietà, e ci lascia inermi davanti al suo cospetto e a noi stessi, dimentichi che anche noi siamo natura. 

  

Tecnica

Acquarello

17,50 x 26,50 cm